You are here

Più mele e meno patatine? Gli Effetti del programma “Frutta nelle Scuole” sul consumo di cibo spazzatura

Abstract: 

In questo articolo utilizziamo dati giornalieri sulle vendite nei supermercati per misurare l’effetto del progetto europeo “Frutta nelle Scuole” promosso in un campione di scuole elementari di Roma tra il 2010 e il 2011, sul consumo di cibi non salutari. Classifichiamo i supermercati come trattati e non trattati a seconda della loro distanza dalle scuole in cui il programma è stato implementato e stimiamo l’effetto del programma confrontando le variazioni nella vendita di snack in supermercati trattati e non trattati. I risultati mostrano che la politica ha ridotto il consumo di cibi poco salutari in quartieri più ricchi e in supermercati che non sono classificabili come discount. Non troviamo effetti in quartieri più poveri e nei discount. La ripetizione del trattamento non sembra amplificarne gli effetti

Gli autori di questo paper sono: Giorgio  Brunello (University of Padova, IZA and Cesifo), Maria De Paola (University of Calabria) e Giovanna Labartino (IRVAPP)

Speaker: 
Giovanna Labartino
Short bio: 

Giovanna Labartino è ricercatrice presso IRVAPP. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Economia presso l’università Bocconi di Milano, un Master in Economia presso l’università di Essex e una laurea in Discipline Economiche e Sociali presso l’università Bocconi. In precedenza ha lavorato come assegnista di ricerca presso il dipartimento di Economia dell’Università di Padova ed è stata consulente del FMI. I suoi interessi di ricerca coprono temi dell’ economia del lavoro e dell’istruzione. I suoi più recenti lavori riguardano la ricerca accademica in Italia, i legami familiari nelle professioni regolamentate, lo studio di obesità e sovrappeso nelle regioni Italiane.

Data: 
19 Maggio 2012 - 15:30
Luogo: 

IRVAPP/Fondazione Bruno Kessler - Via Santa Croce 77 - Trento

Programma: 

Il seminario si svolgerà in lingua inglese.