You are here

Chi beneficia dei trasferimenti pubblici istruzione

Abstract: 

Attraverso la stima degli effetti di una regressione quantilica strutturale analizziamo i meccanismi che rendono redistributivi i trasferimenti pubblici legati all’istruzione di cui le famiglie beneficiano in natura. Sfruttiamo l’eterogeneità delle deduzioni fiscali per modificare esogenamente la distribuzione dei redditi netti equivalenti delle famiglie e stimiamo gli effetti dei redditi ottenuti sui diversi quantili della distribuzione dei trasferimenti ottenuti dalle famiglie. Troviamo che un aumento del reddito delle famiglie determina sempre una riduzione della quantità dei trasferimenti ricevuti. In particolare tale riduzione risulta maggiore (i) per i quantili più alti della distribuzione dei trasferimenti legati all’istruzione (ii) per i quantili più bassi della distribuzione della capacità di pagare per i servizi di istruzione. Interpretiamo i nostri risultati come evidenza di un meccanismo di self-targeting che scoraggia le famiglie con reddito alto dal beneficiare di programmi di istruzione pubblica, optando invece per l'istruzione privata.

Speaker: 
Daniela Sonedda
Short bio: 

Daniela Sonedda ha ottenuto la laurea in Scienze Politiche con indirizzo economico presso l'Università di Cagliari (1995) ed il M. Sc. in Economia presso l'Università di Warwick (UK, 1997). Ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Economia all'Università di Pavia nel 2001 e il M.Phil. in Economics alla University College di Londra (2003). Dal 2001 è Ricercatrice presso la facoltà di Economia dell'Università degli Studi del Piemonte Orientale. I suoi principali interessi di ricerca riguardano l'Economia del Lavoro e l'Economia Pubblica.

Data: 
08 Maggio 2014 - 17:00
Luogo: 

IRVAPP/Fondazione Bruno Kessler - Via Santa Croce 77 - Trento