You are here

Effetti indiretti nei programmi di assistenza sanitaria: evidenze sulle norme sociali e sulla condivisione di informazioni

Abstract: 

Sebbene il cancro del collo dell'utero sia considerato uno dei tipi di cancro più prevenibili, i tassi di mortalità in molti paesi in via di sviluppo sono estremamente elevati. Questo paper sfrutta i dati di un noto programma di welfare attuato nelle zone rurali del Messico – PROGRESA – dove l’assegnazione casuale al beneficio consente di studiare la dimensione e le determinanti degli effetti indiretti sullo screening del cancro al collo dell'utero nelle zone rurali del Messico. Le analisi mostrano un’evidenza significativa nell’aumento di richieste di Pap-test fra le donne non ammissibili al beneficio, ma non si riscontrano evidenze di esternalità su altri tipi di esami non specifici per le donne, come quelli per la pressione arteriosa e per la quantità di zucchero nel sangue. Le evidenze empiriche emerse dall’assegnazione casuale al beneficio e l’introduzione del programma a livello nazionale sono coerenti con l’ipotesi che il programma PROGRESA abbia indebolito le norme sociali legate all’opposizione dei mariti nel permettere lo screening alle loro mogli da parte di medici uomini. Inoltre, i risultati ottenuti non supportano l'ipotesi che questo effetto indiretto sia guidato da livelli più elevati di informazioni sulla salute.

Speaker: 
Ciro Avitabile
Short bio: 

Ciro Avitabile è Research Fellow Franco Modigliani presso l'Università di Napoli Federico II e Junior Fellow a Netspar. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Economia presso l'University College di Londra. I suoi interessi di ricerca sono nell’area dell’economia sanitaria e dell'economia della migrazione.

Data: 
08 Luglio 2011 - 17:00